Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

"Il bambino cattivo" di Pupi Avati

"La figura paterna è venuta a mancare, si è defilata". Partendo da questo assunto, Pupi Avati ha messo in scena nei suoi film una serie di padri assenti, distratti, colpevoli. Il bambino cattivo, da lui realizzato per Rai fiction in occasione della giornata mondiale dell'infanzia, racconta la storia di Brando che finisce in una casa famiglia perché la madre sta male e il padre, tutto preso dalla nuova compagna, non vuole occuparsi di lui. In questa lunga intervista il regista parla della propria storia familiare, del realismo di quest'ultimo film tv, della vulnerabilità che accomuna vecchi e bambini, degli attori che sceglie e della centralità della Rai in un momento di grave crisi produttiva.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo