Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Clerici vs Parodi, in tv esplode la "dolcemania"

 Clerici vs Parodi, in tv esplode la dolcemania

di Sonia Ruggiero

«I dolci sono il sale della vita!» Basta questo ossimoro di Clelia D'Onofrio, giudice di Bake Off Italia, per capire che in tv i dolci alla Chocolat hanno lasciato spazio a battaglie a suon di crema pasticcera. Tra giudici e sfide severissime, anche preparare pane e marmellata può diventare un’impresa. Eppure Ernst Knam resta un magnete per il telespettatore che si chiede di volta in volta come spiazzerà il malcapitato pasticcere di turno con giudizi fulminei, taglienti e privi di qualsiasi diritto di replica. Clelia D’Onofrio invece ha l’aspetto di una professoressa in sede d'esami. Dietro a un sorriso elegante, è sempre pronta a mostrare il suo disappunto.

Altra storia per Dolci dopo il Tiggì con Antonella Clerici. Per chi è un po’ avanti con l'età o fa tardi la sera e si ritrova le repliche in tv, il titolo rimanda a Vengo Dopo il Tiggì, la mitica sigla di chiusura di Indietro Tutta!. Anche qui due pasticceri si sfidano nella preparazione di un dolce, giudicati dai più famosi pâtisserie italienne, da Sal De Riso a Luca Montersino. Dopo le notizie del Tg1 - tra Borsa che crolla, spread che sale e Pil in caduta libera - è salutare passare a temi più leggeri. Il fisiologico sonnellino postprandiale viene contrastato dalla squadra della Clerici con tensione, fretta, un vincente e un perdente. Il segreto sta nella rappresentazione eufemistica della vita di tutti i giorni. Durante la preparazione delle torte i concorrenti sono molto seri e concentrati: lo scorrere del tempo li incalza e gli esperti si rivolgono a loro con un gergo specifico e molto tecnico.

Ospite a Tv Talk, Benedetta Parodi ha spiegato che, non trattandosi di tutorial, la competizione in cucina è molto positiva ma è necessario non svuotare del suo valore emotivo l’atto della preparazione dei dolci che, nell’immaginario dei più, è associato a ricordi d’infanzia e a magici profumi della cucina della nonna. Bake Off e Dolci dopo il Tiggì sono programmi specialistici, rivolti ad un pubblico che abbia un minimo di confidenza con frullatori, formine e tempi di cottura. Per i più coraggiosi, che tentano di realizzare per la prima volta le creazioni proposte, il rischio di fallire la prova è altissimo. Chi d'altra parte non ha mai comprato forbici dalla punta arrotondata, carta igienica e colla vinilica per emulare Giovanni Muciaccia in Art Attack e poi arrendersi in pochi minuti?

Proporre un contenuto che fa gola a tutti, i dolci, e mischiarlo al game show sembra quindi essere la ricetta migliore per portare la pasticceria in tv. Non è un caso se, dulcis in fundo, ritroveremo gli stessi ingredienti ne Il più grande pasticcere, nuovo talent dolciario in arrivo su Raidue.
 

Tags

Condividi questo articolo